Eppure a scuola avevo 8 in Inglese

Learn English Abroad

È certo una gran fatica studiare l’Inglese durante l’anno scolastico, ma è anche una bella soddisfazione vedere scintillare un bell’otto tondo tondo in pagella a Giugno! Lo studente, premiato dai genitori, potrà cimentarsi in una vacanza studio all’estero: a Londra, Bristol, Cambridge e, perché no, potrebbe anche osare un po’ di più e tentare la sorte oltreoceano a New York, Boston, San Francisco! Quell’otto conquistato con tanto sudore, sarà il biglietto di via e l’assicurata sopravvivenza in terra straniera.

Purtroppo lo studente all’estero non tarderà a realizzare che l’impatto con i “native speakers”, ovvero gli autoctoni madrelingua, che siano essi Inglesi, Americani o Canadesi, risulterà piuttosto traumatico e di dieci parole riusciranno a carpirne forse un paio.

Del resto non c’è di che sorprendersi, se, come nel caso Italiano, la modalità di espressione di questi popoli trascende il contenuto dei libri di testo e si serve di espressioni idiomatiche, abbreviazioni, slang, per non parlare delle differenze sostanziali di pronuncia da regione a regione, seppur nel raggio di brevi distanze. Una solida base grammaticale non fa di certo male, ma occorre uno “sforzetto” in più per possedere davvero l’Inglese. Infatti, per procedere a regola d’arte, si dovrebbe intraprendere un percorso che miri all’apprendimento di un Inglese non prettamente scolastico, che permetta allo studente e, non dimentichiamo, al futuro lavoratore, di relazionarsi con il collega madrelingua con disinvoltura, utilizzando idiomi e sostenendo così una conversazione fluente. Esistono vere e proprie certificazioni riconosciute a livello internazionale, che possono essere conseguite dopo un corso di lingua Inglese all’estero.

Learn English

Estremamente gettonate sono lo IELTS o il TOEFL che allenano lo studente ad ascolto, lettura, scrittura e conversazione e che, accettate tutt’oggi in prestigiose università Italiane per scopi accademici, permettono l’esclusione totale di vari esami di lingua Inglese. Esistono anche certificazioni di livello molto più avanzato, come il Proficiency che attesta il raggiungimento di un standard talmente ragguardevole da garantire allo studente di conversare con Inglesi, Americani o Canadesi con scioltezza e spontaneità.

Perciò ragazzi, sotto con lo studio, ampliamo i confini della conversazione internazionale, assaporiamo le diversità linguistiche e chissà che quell’otto in pagella, dopo una bella vacanza studio e il conseguimento di un TOEFL, non si trasformi in un bel dieci e Lode!

Irene Paoluzzi

Comments

comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *